Chakra MULADHARA

Associazione

Il primo chakra è associato al colore porpora.

Nome

Il suo nome è Muladhara che significa “radice, supporto”.

Localizzazione

Il primo chakra è localizzato tra l’ano e gli organi genitali, in corrispondenza del plesso coccigeo

Elemento

L’elemento correlato al primo chakra è la terra.

Organo

Tutte le parti solide come la colonna vertebrale, gambe, piedi, ossa, denti, unghie, ano, retto, colon, prostata. Il sangue, piastrine e la formazione delle cellule.

Ghiandole

La ghiandole associate a questo chakra sono le surrenali
Sono due piccole ghiandole di forma piramidale collocate sopra il polo superiore del rene ma non ad esso aderenti. Secerne ormoni mineralcorticoidi, tra cui l’aldosterone che regolano l’equilibrio tra l’acqua e i sali minerali presenti nell’organismo. Gli ormoni glicocorticoidi, tra cui il cortisone, intervengono nel metabolismo dei carboidrati, in quello idrico e partecipano alle attività del sistema immunitario. Gli ormoni androgeni integrano l’azione delle ghiandole sessuali dell’apparato genitale

Senso

L’organo di senso rapportato a questo chakra è l’olfatto.

Malattie, disturbi fisici

Obesità, emorroidi, stitichezza, sciatica, artrite degenerante, anoressia nervosa, problemi alle ginocchia colite, vene varicose, calcoli renali, ipertensione, ipotensione.

Disturbi psicologici

Depressione, mancanza di motivazione, scarsa autostima, senso di inferiorità, crisi di panico, disturbi del sonno.

Eccesso

Se c’è un funzionamento eccessivo di questo chakra, sia i pensieri che le azioni saranno orientati alla soddisfazione ossessiva dei bisogni materiali e della sicurezza personale; si vorrà possedere tutto ciò che si desidera, mentre sarà difficile dare o donare qualcosa. Qualora ostacolati si reagirà con aggressività, collera, violenza, sentimenti o modalità che esprimono un atteggiamento difensivo legato alla mancanza di fiducia nelle forze vitali ancestrali; in questo atteggiamento c’è sempre la paura di perdere ciò che da’ sicurezza e senso di benessere.

Difetto o bloccato

Se invece vi fosse un’insufficiente funzionalità, si avrà debolezza e scarsa resistenza fisica ed emozionale. Molte cose verranno vissute con eccessiva preoccupazione, anche se molto banali. L’insicurezza esistenziale, nell’accezione più legata agli istinti primordiali, sarà il problema principale, ci si sentirà come se si fosse perso ogni punto di appoggio. Ogni fatto della vita diventerà insormontabile, per cui si sogneranno condizioni più facili, più piacevoli e meno faticose, generando fughe mentali dalla realtà contingente.

Possibili cause di squilibrio

Traumi alla nascita. Controllo precoce degli sfinteri. Eccessiva preoccupazione delle funzioni intestinali. Situazione d’abbandono e trascuratezza fisica. Violenze subite o permanenza in ambienti violenti. Mancato attaccamento con la figura materna. Disturbi della nutrizione, intolleranze alimentari.

Caratteristiche

La sua funzione principale è la sopravvivenza. Muladhara è in relazione al radicamento con la Terra, è connesso con la volontà di vivere e conferisce vitalità all’organismo. Le qualità che lo caratterizzano sono la determinazione, la fermezza, la stabilità, l’autostima.

Frase

Io esisto.